Coach ICF relatori

Grazie alla partecipazione dei Coach iscritti ad ICF Italia , ed in possesso di una credenziale, abbiamo avuto l’opportunità di selezionare sei interventi con l’obiettivo di offrire ai partecipanti della seconda giornata: “IL FUORICONFERENZA” spunti di riflessione, strumenti, esperienze. 

Vito Abrusci, sono Coach e trainer negli ambiti Business e Agile a supporto di individui, team, organizzazioni.
La mia esperienza professionale di 25 anni, infatti, si è svolta inizialmente con un focus su progetti di sviluppo software prima e una volta diventato Coach, di trasformazione negli ambiti dei Media Digitali, Telecomunicazioni, quindi Assicurativo e Bancario.
Sono accreditato in ICF come ACC; Certificato presso ScrumAlliance come CSP (Certified Scrum Professional) e Agile Leadership, presso ICAgile come ACC (Agile Coaching Certification); analista di Microespressioni facciali e Body Language e PNL Practictioner.
Nel 2018 aderisco al progetto “TCH – The Coaching Hub” insieme ad un gruppo di persone appassionate di coaching e formazione.
Sono molto curioso e ciò che mi appassiona è trovare nuove vie, innovare e creare valore sapendo che qualunque sia il contesto, ogni attività che svolgiamo è parte di un processo di apprendimento. Diventandone consapevoli, a livello personale e aziendale, è possibile migliorare ogni giorno adattandoci al cambiamento come se fosse un nuovo standard nella nostra vita. Per questo motivo, come Coach, lavoro su processi, dialoghi e interazioni, ovvero sui percorsi che permettono di rimuovere le barriere fra idee e risultati.
Nel 2019 sto supportando la trasformazione Agile di una banca italiana, parte di un gruppo multinazionale.
Scrivo di innovazione, coaching, agile e management sul mio blog www.vitoabrusci.net .

Laura Bellucco, dopo un Master in Marketing e Comunicazione d’Azienda a Venezia, matura una significativa esperienza professionale nell’advertising collaborando con grandi aziende e multinazionali. Ad un certo punto, spinta da curiosità e ricerca di senso, l’essere umano diviene nuovo centro del suo interesse professionale. Nel 2008 incontra il coaching e da allora accompagna leader, team e organizzazioni ad affrontare le sfide della transizione attraverso un approccio trasformazionale e sistemico, che prende avvio da una solida visione per generare benessere personale e organizzativo. Partendo dalla TheoryU di Otto Scharmer si è specializzata negli anni in molteplici discipline che integrano le intelligenze di corpo, mente e cuore per affrontare le sfide del futuro. E’ Voice Dialogue Facilitator e Train the Trainer del metodo. Da sempre sensibile al tema della sostenibilità, è attivamente impegnata nello sviluppo di alcuni obiettivi dell’Agenda ONU 2030 tra cui il tema Gender Equality. Nel 2015 è’ stata tra le promotrici della protesta ambientale che dopo tre anni di lotta pacifica ha bloccato l’insediamento di un inceneritore tra le colline dell’Oltrepò pavese, da cui è stato tratto il libro “Si fa presto a dire pirolisi: il riscatto della ragione sospesa” di Vincenzo Giudice (Primula Editore).

Sarah Fuligni , Coach Professionista con credenziali ACC ICF scopre il Coaching nel 2008 come strumento di sviluppo per i manager della società per cui lavora come Responsabile della Formazione.
Oggi è Partner di The Coaching Pros, una società di Coach Professionisti con credenziale International Coach Federation (ICF), che si rivolge a imprenditori, amministratori delegati e top manager, affiancandoli nei loro percorsi di ricerca e raggiungimento delle performance di eccellenza.
Insieme ai suoi soci The NCS, di The neuroscienze Coaching School, scuola che eroga formazione in Coaching riconosciuta da ICF e corsi di approfondimento per Manager e Coach.
Dopo la laurea in Diritto Internazionale ha scoperto la sua passione per le Persone nelle organizzazioni e ha cominciato a lavorare nell’ufficio risorse umane di aziende italiane e internazionali occupandosi prima di Selezione e poi di Formazione.
Appassionata lettrice e studiosa ha fatto delle Neuroscienze la sua area di interesse approfondendo le connessioni con il mondo del Coaching e della Comunicazione, rendendole fruibili e utili sia per i Coach che per i Trainer.

Daniele Mattoni, Life & Executive Coach accreditato PCC da ICF, Mentor Coach iscritto al Mentor Coach Registry di ICF, Formatore in soft skills.  È il direttore didattico del Master in Coaching evolutivo di ICTF (scuola di Coaching in videoconferenza accreditata ACTP da ICF e riconosciuta da AICP).
Evolutivo è il nome del suo approccio di coaching integrato che considera tre diversi domini – interconnessi tra di loro –: pensiero, emozioni e corpo. Il focus è quindi sui significati (razionali ed emozionali) che vengono associati agli eventi e sul modo in cui vengono elaborati, sentiti e agiti.
Il suo spirito di ricerca lo ha portato col tempo a contaminare il coaching con altri ambiti e discipline, elaborando un modello di LearningCoaching® che aiuta le persone a sviluppare a pieno il proprio potenziale di apprendimento; e contaminando il coaching con la filosofia antica, le discipline orientali e  l’ontologia del linguaggio. Ha pubblicato, con Franco Angeli, “Gli 8 passi per apprendere ad apprendere – Coaching per l’apprendimento” (2008) e “Le 10 vie alla Felicità. Da Socrate al Dalai Lama e oltre” (2017).
In uscita (a ottobre 2019): “La chiave segreta – Coaching evolutivo: un nuovo approccio per realizzare ciò che desideri”
La sua mission è aiutare le persone e le organizzazioni a esprimere a pieno il proprio potenziale di apprendimento e di benessere.

Nel biennio 2006-2008 ha fatto parte del Comitato Direttivo di ICF Italia ricoprendo il ruolo di “Responsabile dei servizi ai soci”.

Barbara Musella, Napoletana del 1965, di Napoli mi manca solo l’odore del mare.
Sono una pluri-mamma per “caso”, per amore e necessità abituata a vivere e ad affrontare realtà in continuo movimento. La crescita, il cambiamento, lo sviluppo, mi affascinano da sempre in ogni loro aspetto.
Coach e trainer non per caso, ma per “vocazione”, mi impegno con passione per sostenere la crescita di progetti e per supportare i cambiamenti.
Non smetto mai di cercare: sono infatti convinta che per creare un cambiamento nel mondo fuori, occorra essere pronti a mettersi continuamente in discussione, dentro. Sono molto grata alla vita e al mio lavoro nelle aziende, perché mi hanno permesso di essere sempre in contatto con un’umanità variegata, assecondando così la mia natura curiosa e appassionata delle relazioni.
Credo nel rispetto dell’individuo, e credo nella libertà, che è il mio più grande ideale.Credo nella libertà dell’individuo di esprimersi come veramente è, senza condizionamenti, al massimo del suo potenziale, indipendentemente dal ruolo che ricopre.
Il mio obiettivo professionale è di contribuire a liberare i potenziali nascosti negli individui trasformandoli in efficacia e concretezza d’azione, nella vita personale e in quella professionale. E tutto questo, pretendo di farlo con leggerezza, divertendomi, ogni giorno.

Pierpaolo Muzzolon, se mi chiedessero di scegliere un aggettivo che mi definisca non avrei dubbi: solido.
Una solida laurea magistrale in ingegneria elettronica/sistemi informativi al Politecnico di Milano. Una solida carriera aziendale lunga 36 anni nel marketing attraverso multinazionali giapponesi e americane. Prima Honeywell per poi passare in Sony, quindi Silicon Graphics. Infine, MicroStrategy (Big Data) dove ho ricoperto la posizione di Marketing Director per il Sud Europa. In questo periodo una parentesi: quella di HR Manager.
Una parentesi anticipatrice di una passione, quella per le relazioni umane.
Quindi l’inizio della… seconda parte: tre anni presso il Centro Berne per diventare Counselor in Analisi Transazionale; il corso di Professional Coaching (Incoaching, Milano) e l’accreditamento come ACC ICF. E ancora: il corso di Team & Group Coaching, sempre con Incoaching.
Nel 2017 partecipo alla fondazione di “TCH – The Coaching Hub” per unire ancora di più un gruppo di persone appassionate di coaching e formazione (mi piace la dimensione dell’aula).
Hobby? Sono il batterista di un gruppo pop-rock e così ho pensato di portare le percussioni in un format che unisce formazione, team building e team coaching.

Copyright © 2019 Conferenza ICF 2019. All Rights Reserved | ICF Conference by Slowmedia